immagine

Vuoi ricevere anche

una copia cartacea/pdf?

CLICCA QUI

 

EDITORIALE   

La sottile linea tra ingegneria genetica delle colture e armi biologiche

Gabriella Carcassola

NOTIZIE   

a cura della Redazione

ATTUALITÀ   

Sistema di allarme rapido

Rapporto RASFF per il 2017, aumentano le segnalazioni

Mariangela Trovato

Il Sistema di allarme rapido per alimenti e mangimi (RASFF) ha pubblicato il suo report riferito all’anno 2017. Rispetto all’anno precedente, nel complesso, le notifiche sono aumentate del 26% e l’Italia continua ad essere al primo posto per segnalazioni originali. In particolare, le notifiche riguardanti prodotti presenti sul mercato che comportano gravi rischi per la salute, le cosiddette notifiche di allarme, sono aumentate dell’11%.

DOSSIER - Biotecnologie e Nanotecnologie   

Nanoparticelle, i fattori che ne influenzano il destino biologico e la potenziale tossicità negli alimenti

a cura di Letizia Tagliabue

Le nanotecnologie offrono all'industria alimentare numerose soluzioni per migliorare la qualità, la shelf-life, la sicurezza e la salubrità dei propri prodotti. Persiste tuttavia una certa preoccupazione tra i consumatori, gli enti di controllo e le stesse aziende per i potenziali effetti indesiderati (tossici) associati all'applicazione di queste metodiche. L'interrogativo riguarda in particolare l'aggiunta di nanoparticelle ingegnerizzate per veicolare coloranti, aromi, conservanti, nutrienti e nutraceutici oppure per modificare le caratteristiche visive e reologiche dei cibi o influenzarne i processi di lavorazione e confezionamento. Per quanto la pericolosità per la salute umana delle nanoparticelle più diffuse sembri minima, sono necessari ulteriori studi sull'argomento.

BusinessNews   

a cura della Redazione

OUTLOOK   

Gestione del rischio

Gestione dei rischi derivanti dalle nanotecnologie, serve un quadro normativo globale

a cura di Federico Marchese

Attualmente le leggi e le normative che governano le nanotecnologie sono frammentate e non tengono conto delle proprietà uniche dei nanomateriali, i cui effetti sull'uomo e sull'ambiente non sono ancora del tutto chiari. Un team di ricercatori europei propone un nuovo quadro normativo universale specifico per i nanomateriali. Il quadro dovrebbe aiutare i responsabili politici, le organizzazioni e i ricercatori a valutare i rischi di qualsiasi materiale esistente e dei nuovi nanomateriali pronti a essere immessi sul mercato. Dovrebbe inoltre aiutare le PMI e le grandi aziende a utilizzare prodotti e processi più sicuri e a limitare i potenziali effetti negativi dei nanomateriali sui lavoratori e sui consumatori.

PHARMA... E DINTORNI   

Malattie infettive

HIV e malaria, due infezioni che continuano a mietere vittime

a cura di Giovanni Abramo

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità: “Combined, malaria and HIV cause more than 2 million deaths each year”. Lab ha approfondito l’argomento per capire a che punto sono le eventuali cure grazie all’aiuto di Donatella Taramelli (Prof. Ordinario di Patologia generale alla Facoltà di Scienze del Farmaco, Università di Milano), Nicoletta Basilico (Ricercatore nel settore della patologia generale, Università degli Studi di Milano) e Serena Delbue (Ricercatore nel settore di microbiologia e microbiologia clinica, Università degli Studi di Milano).

Ricerca

Metodi alternativi alla sperimentazione animale in cosmetica

a cura di Giovanni Abramo

1993-2013, è questo l’arco di tempo che ha richiesto l’entrata in vigore dei divieti riguardanti i test sugli animali per i cosmetici. E l’individuazione di metodi alternativi alla sperimentazione animale è oggi più che mai un imperativo.

ProductNews   

GREENLAB   

Acque potabili

DBP nell'acqua potabile, nuovo metodo per un efficace monitoraggio

a cura di Giuseppe Carli

La presenza di sottoprodotti della disinfezione (DBP) nell'acqua potabile è diventata una preoccupazione emergente, in quanto rappresentano un rischio per la salute. Un team di ricercatori svedesi ha valutato un nuovo metodo che, rispetto alle tecniche classiche, consente la determinazione simultanea di una vasta gamma di DBP. Il metodo associa la GS a un rivelatore specifico per gli alogenati.

Trattamento acque

Un'alga verde per rimuovere il cromo esavalente da ecosistemi acquatici e acque reflue industriali

a cura di Francesco Ogliari

L’ipotesi di ricorrere alle alghe nei processi di bioassorbimento di importanti inquinanti ambientali come i metalli pesanti merita particolare attenzione date le proprietà naturali di questi microrganismi e la relativa semplicità con cui è possibile ottenerne una buona biomassa a costi sostenibili. In particolare, un’alga verde ubiquitaria del genere Pseudopediastrum sembra prestarsi bene allo scopo.

GreeNews   

a cura della Redazione

AGENDA   

a cura della Redazione

Pubbliredazionali - dalle Aziende   

Analisi del lattosio in tracce negli alimenti

R-Biopharm

GPRS Logger FT-TT18

Econorma

Riscrivere la definizione di Sequenziamento con 10x GENOMICS

Carlo Erba Reagents

Syntho by Icoguanti

Icoguanti

L'accesso alle versione online è gratuito,

selezionando la voce a sinistra