immagine

Vuoi ricevere anche

una copia cartacea?

CLICCA QUI

 

EDITORIALE   

Il tempo passa e... Xylella avanza

Gabriella Carcassola

NOTIZIE   

a cura della Redazione

ATTUALITÀ   

Emergenze fitosanitarie

Insetti per il monitoraggio ambientale di Xylella fastidiosa, il modello Corsica

Letizia Tagliabue

La recente minaccia portata al patrimonio di ulivi della Puglia ha puntato l’attenzione generale, grazie anche all’ampia risonanza mediatica ottenuta, sul complesso problema della lotta a Xylella fastidiosa, un patogeno diffuso in molti ecosistemi. Recenti studi propongono un impiego su larga scala degli insetti vettori quali affidabili strumenti di controllo del territorio, a partire dai risultati positivi di un esperimento condotto in Corsica, che ha permesso di approfondire le attuali conoscenze sulla malattia.

DOSSIER - Automazione del laboratorio   

Industria alimentare 4.0, trasformare i dati in conoscenza

a cura di Giovanni Abramo

lab ha intervistato Massimo Damiani, amministratore delegato del gruppo Softwork. Laureato in Ingegneria elettronica - Telecomunicazioni presso il Politecnico di Milano, inizia il suo percorso professionale con la progettazione di sistemi informativi, reti locali e tecnologie di data collection.

Contaminazione microbica degli alimenti e automazione

a cura di Giovanni Abramo

lab ha intervistato Laura Franzetti, ricercatore confermato a tempo indeterminato presso il DeFENS (Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente) dell’Università di Milano.

BusinessNews   

a cura della Redazione

OUTLOOK   

Attività antimicrobica

Nanoparticelle d'argento sintetizzate da funghi, attività antimicrobica e antitumorale

a cura di Francesco Ogliari

È stata recentemente descritta una tecnica economica ed ecosostenibile per la sintesi di nanoparticelle d'argento mediante l’impiego di miceti del genere Ganoderma. Le applicazioni di tali nanoparticelle sono molto promettenti, grazie anche alla sicurezza di impiego, e spaziano dall’industria alimentare alla medicina.

PHARMA... E DINTORNI   

Salute e sicurezza alimentare

Antibioticoresistenza e incubatoi, rischi per la salute e la sicurezza alimentare?

Francesco Ogliari

Gli incubatoi rivestono un ruolo strategico nel settore avicolo, rappresentando il “trait d'union” tra gli allevamenti di riproduttori e quelli da produzione. Il sistema intensivo e il trasferimento dei pulcini anche per lunghe distanze rendono questi impianti potenziali reservoir di microrganismi patogeni e una possibile fonte di rischi per il consumatore finale.

ProductNews   

GREENLAB   

Reti trofiche

I principi attivi farmaceutici contaminano i corsi d'acqua e le reti alimentari ripariali

a cura di Federico Marchese

Numerosi principi attivi contaminano le acque superficiali, ma la loro presenza nelle reti alimentari acquatiche non è ben definita. Tali principi possono essere rilevati negli invertebrati acquatici e nei predatori che vivono lungo i corsi d’acqua e, per questo, detti “ripariali”. Di conseguenza, i predatori vertebrati che si nutrono di invertebrati acquatici potrebbero assumere alcune classi di farmaci in quantità anche elevate. E le conseguenze di questa esposizione per pesci e fauna selvatica rimangono sconosciute.

Raccomandazioni

Inquinamento e salute, le raccomandazioni della Commissione di Lancet

a cura di Giuseppe Carli

La Commissione di Lancet sull'inquinamento e la salute ha riunito leader, ricercatori e professionisti dei settori della gestione dell'inquinamento, della salute ambientale e dello sviluppo sostenibile per chiarire i costi sanitari ed economici dell'inquinamento atmosferico, idrico, chimico e del suolo in tutto il mondo. Analizzando i dati, la Commissione rivela che l'inquinamento contribuisce significativamente all'onere globale associato alle malattie, in particolare nei Paesi a basso e medio reddito. La Commissione fornisce inoltre sei raccomandazioni ai responsabili delle politiche e alle altre parti interessate che cercano approcci efficaci ed economicamente accettabili alla mitigazione e alla prevenzione dell'inquinamento.

Specie animali aliene

Biodiversità europea, la minaccia delle specie aliene invasive

Gabriella Carcassola

La biodiversità autoctona europea è sotto la continua minaccia delle specie esotiche invasive che costano all’Ue 12 miliardi di euro per i loro effetti sulla salute umana, le infrastrutture danneggiate e le perdite agricole. Il quadro di azione dell’Unione europea è definito dal Regolamento n. 1143/2014, che prevede l’adozione di un elenco di specie esotiche invasive di rilevanza unionale. Il primo passo per l’inserimento di una specie in tale elenco è effettuare una valutazione del rischio.

GreeNews   

a cura della Redazione

Pubbliredazionali - dalle Aziende   

Waters, soluzioni informatiche per il laboratorio

Waters

Biogest e la comparazione microscopica nelle analisi forensi

Biogest

L'accesso alle versione online è gratuito,

selezionando la voce a sinistra